Tempo di lettura: 3 minuti

“Per rendere realtà un grande sogno occorrono due requisiti. Il primo è  una grande capacità di sognare; il secondo è la perseveranza – la fede nel sogno.”

Hans Selye

Un anno di scrittura

È passato un anno da quando tutto questo ha preso vita. Se chiudo gli occhi rivedo la sala d’attesa di una stazione, il mio quaderno trasandato aperto sulle gambe, una matita intenta a rotolare tra le dita. Ricordo lo sguardo d’amore di chi mi ha soffiato sulle labbra la spinta a provare. Ricordo il sorriso entusiasta di chi non vedeva l’ora che riprendessi in mano la penna. Ricordo l’affetto, la gioia, il potere di una frase così semplice:

“Crediamo in te.”

E qui sono oggi, più felice che mai.

Fase 1: Creatività

Credo che ogni scrittore trasporti nella vita qualche vezzo preso in prestito dal mondo della narrazione. Tra le mie abitudini compare la tendenza a dare un titolo a diverse fasi della mia esistenza. Questo capitolo si chiama “Creatività” ed è un fiume in piena. Avverto le acque gonfiarsi e infrangersi contro alberi e rocce in un fragore di cremisi, cobalto e oro. È una melodia continua, una canzone stonata, un arpeggio, un brivido lungo la schiena. Scivola sotto la pelle e raggiunge le dita, brucia dentro i miei occhi in una scintilla perennemente assetata. Riempie le mie notti, diventa un ricordo sbiadito al risveglio, un’impressione di spezie e sapori che mi accompagna per tutta la giornata.

È un bisogno martellante di creare immagini, e un desiderio irrefrenabile di offrirle a chi vorrà seguirmi nella mia avventura.

La mia storia

Fey Long disegnato da Francesca Pagano

Ed eccola, la causa di questo amore disperato. Parliamoci chiaro, non ci troviamo di fronte a un capolavoro, né questa storia ha la pretesa di esserlo. Ciò che trovate tra queste pagine, dietro ogni singola parola, è semplicemente felicità. La felicità delle mie dita, che scorrono sulla carta e la tastiera come sulle corde di un violino di cui conoscono ogni dettaglio alla perfezione. La felicità dei miei occhi, che incontrano il mio riflesso assonnato sui finestrini della metro, sbattono le palpebre e mi trasportano tra le onde di un mare inesplorato, al fianco di un marinaio che odora di salsedine, di un profeta dallo sguardo così stanco. 

Tutto ciò che troverete tra queste pagine è stato desiderato, pensato e progettato con amore. È un’avventura in corso, che mi sorprende ogni giorno e alla quale ho deciso di dedicare un evento importante.

NaNoWriMo 2018

Il 1 Novembre inizierà il NaNoWriMo 2018. Per anni ho guardato questo evento dispiegarsi di fronte ai miei occhi e ho sempre accampato scuse per non partecipare. Quest’anno, invece, voglio mettermi in gioco. Prenderò parte alla sfida di scrivere 50.000 parole in 30 giorni.

NaNoWriMo Logo

Il mio obiettivo personale non sarà vincere il NaNoWriMo: devo essere realista, i miei orari non mi permettono di raggiungere word counts esorbitanti. Piuttosto, partecipo con l’intenzione di terminare la prima bozza di Pilgrim e gettare la prima pietra per realizzare un sogno.

Se vorrete sostenermi, ve ne sarò infinitamente grata. Consigliate ai vostri amici la mia storia, leggete gli episodi pubblicati finora, e mi aiuterete a tenere alta la mia motivazione. E a non mollare.

Grazie a tutti voi.

1

Ember

A.I. writer e scrittrice creativa. Creo narrazioni per la carta e per i videogiochi. Racconto storie, plasmo mondi, distillo l'inconscio. Con attenzione ascolto e con sete e fame osservo.

10 commenti

loscalzo1979 · ottobre 21, 2018 alle 11:02 pm

Siamo tutti con te!!!

https://youtu.be/WKyZyBe3DbE

Macalaurë · ottobre 22, 2018 alle 7:57 pm

Non ne avevo mai sentito parlare, ma sembra interessante. Chissà, quasi quasi…
L’unica cosa che non mi è ben chiara è la questione della lingua: immagino sia tutto in inglese, giusto?
In ogni caso, buona fortuna con la tua storia ed il tuo sogno!

    Ember · ottobre 22, 2018 alle 8:05 pm

    Ciao Macalaurë!
    L’interfaccia è in inglese ma puoi partecipare al NaNoWriMo scrivendo nella lingua che preferisci. Partecipano vari Paesi e puoi gareggiare non solo come individuo ma anche come esponente del tuo Paese 🙂 È una sfida ambiziosa e stimolante – già persa in partenza, per quanto mi riguarda, dato il pochissimo tempo a disposizione. Ma ehi, se anche riuscissi a scrivere solo 1000 parole, sarebbero 1000 parole in più rispetto a ora 😀
    Se vuoi partecipare e ti fa piacere, sentiti libero di aggiungermi come buddy! 😉
    E grazie! Il vostro supporto vale tantissimo!

      Macalaurë · ottobre 22, 2018 alle 8:45 pm

      Perfetto! Grazie mille per aver chiarito i miei dubbi; corro ad iscrivermi!

        Ember · ottobre 22, 2018 alle 8:46 pm

        Mi fa molto piacere! Saremo compagni d’avventura 😉

Daniele Artioli · novembre 2, 2018 alle 4:55 pm

Ho fatto propri come te, per tanti anni ho sempre rinunciato con scuse pretestuose, finché quest’anno mi sono deciso e sto affrontando il mio primo NaNoWriMo. Siamo solo al secondo giorno e sento già l’ansia di fallire, anche se cerco di tenere a bada la vocetta nel mio cervello che finisce spesso per sabotarmi. Anche perché, per ora, sono nelle scadenze: visto che non sono a mio agio con scadenze così lontane, come le 50k parole entro la fine del mese, mi sono dato l’obiettivo delle 2000 al giorno, che in questi due giorni ho rispettato.
Buona fortuna per il tuo romanzo, spero di poterlo leggere un giorno!

    Ember · novembre 2, 2018 alle 5:15 pm

    Ciao Daniele e mille grazie per il tuo commento! 2000 parole al giorno sono un obiettivo molto ambizioso e ti faccio i miei complimenti per essere riuscito a mantenere il ritmo! Per quanto mi riguarda, ho deciso di non impormi lo stress del word count giornaliero: rischierebbe di trasformare la gioia della scrittura in un dovere troppo arido per i miei gusti e la mia volontà. Probabilmente non raggiungerò le 50.000 parole ma non me ne cruccio più di tanto. Il NaNoWriMo è solo un pretesto per spingermi a finire ciò che ho iniziato 🙂
    A questo proposito, i primi capitoli del romanzo a cui sto lavorando sono online! Li trovi qui (https://questoscuroscrutare.com/pilgrim-fantasy-orientale) e sarei davvero felicissima se volessi leggerli! Allo stesso modo, mi piacerebbe molto ricambiare il favore e leggere qualcosa di tuo 🙂
    Aggiungimi pure come buddy sul sito del NaNoWriMo, se ti va! Mi trovi come ember-e-dusk!

    A presto e grazie ancora per essere passato 🙂

      Daniele Artioli · novembre 2, 2018 alle 5:48 pm

      Ho bisogno di una disciplina piuttosto rigida perché altrimenti batto la fiacca, eheh! Poi sono sicuro che non terrò il ritmo per tutto il tempo, soprattutto perché non ho ben chiaro ancora come l’intera storia si svilupperà, e ho paura che raggiunto quel momento potrei bloccarmi.
      Leggerò volentieri i primi capitoli del tuo libro! Purtroppo non ho mai pubblicato da nessuna parte quello che ho scritto, anche se penso sempre più seriamente di farlo, per cui mi sa che ti toccherà aspettare la prima stesura del NaNo.
      A presto!

        Ember · novembre 2, 2018 alle 5:52 pm

        Aspetterò, allora, e nel frattempo leggerò con piacere le tue interessanti recensioni.
        A presto!

Se ti piace ciò che hai letto, lasciami un commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: